Blog
19th Feb
via-col-vento

Se andiamo al cinema ti sposo: i film da vedere prima del sì

Posted by Valentina

juliarobertsrunawaybrideOk ammettiamolo: ogni donna cresciuta con la sindrome di Cenerentola,  e in più o meno costante e perpetua attesa del principe azzurro calzolaio con un paio di Manolo Blanik alla mano, ha la sua personale classifica di film preferiti.. genere strappalacrime, non parliamo di Novelle Vague o di documentari filo sovietici d’autore, ma di quei filmetti più o meno impegnati, la cui unica compagnia  richiesta per la visione è di un pigiamone e un chilo di gelato. Gelato cremoso, si intende, non light alla frutta.

Alcuni esilaranti, altri a tratti patetici, ma quasi tutti romantici, la lista potrebbe prolungarsi all’infinito, perché quando entrano in gioco le emozioni e i sentimenti siamo direttamente catapultati nel regno della soggettività. Ma quali sono i film che non devono mancare all’appello quando ci si sta per sposare? Potremmo discuterne per ore (ed in parte, durante una serata fra amiche, lo abbiamo fatto)…

Da quelli “divertenti per distrarsi dallo stress dei preparativi” a quelli “che danno spunti di riflessione” ecco quanto venuto fuori ( NB:può contenere spoiler):

 

Una notte da leoni (2009)

Perché il matrimonio è sì il giorno più bello, ma anche l’addio al celibato non scherza..E alzi la mano chi, almeno una volta nella vita, non ha sognato di svegliarsi e non sapere minimamente cosa aver fatto la sera prima.

 

Licenza di matrimonio (1997)

Vi sarebbe piaciuto frequentare un corso prematrimoniale tenuto dal compianto Robin Williams? Lo vedrete nei panni di un bizzarro sacerdote che ha deciso di abbassare il tasso di divorzi, facendo dividere le coppie incompatibili prima che arrivino al velo e al riso. Grandi risate.

Una-notte-da-leoni-2-animalisti

Casomai (2002)

Fabio Volo e Stefania Rocca sono giovani, carini, innamorati . Intorno a loro un mondo di amici, parenti, conoscenti, che si emoziona, consiglia, partecipa. Ma fino a che punto questa intensa partecipazione non finirà con l’insinuarsi nel loro mondo affettivo, condizionandolo? Problemi, incomprensioni, litigi…forse però la speranza non è morta: quando l’amore non si fa sentire, non è sempre detto che sia finito.

 

Scandalo a Filadelfia (1940)

Due Splendidi Katharine Hepburn e Cary Grant in uno dei migliori esempi della cosiddetta comedy of remarriage americano,  genere nel quale  una coppia divorziava per poter intrattenere delle relazioni con altri partner, per poi risposarsi,  espediente usato per rappresentare una relazione extraconiugale, all’epoca non accettata nel mondo cinematografico statunitense.

 

American Pie – Il matrimonio (2003)

Per le future spose un po’ nervose, che vogliono trascorrere un paio di ore in super leggerezza.

 

The Wedding Planner – Prima o poi mi sposo (2001)

Jennifer Lopez passa la vita ad organizzare i matrimoni altrui. Ma quando incontra Mattey McConaughey…una latina Cenerentola del 2000 nei panni di una wedding planner e il suo affascinante principe azzurro.

 

Un amore di testimone (2008)

Per le fan di Grey’s Anathomy come me, vi farà strano non vederlo con camice addosso e bisturi in mano, ma Dempsey è sempre Dempsey, e anche se in pratica questo film è una brutta copia de “Il matrimonio del mio migliore amico”, vale la pena vederlo solo per far gioire le pupille.wedding-planner

 

Una sposa in affitto (2011)

Una famosa star internazionale sta per sposarsi e vuole evitare i paparazzi, così sceglie di reclutare una ragazza che le faccia da controfigura. Ma il futuro marito se ne innamora e le cose si complicano.  David Tennant (Doctor Who) e la scozzese  Macdonald (Trainspotting)  funzionano anche bene e il film potrebbe davvero sancire la vittoria della sposa fittizia su quella perfetta, in perfetto humor inglese.

 

Le amiche della sposa (2011)

Annie è single, al verde e infelice. Quando la sua migliore amica le chiede di fare da testimone, accetta con entusiasmo. Anche se la perfida Helen cerca di soffiarle il posto. Una commedia divertente, che racconta in chiave ironica e sagace le dinamiche del rapporto fra due amiche, quando una delle due si sposa.

 

Matrimoni e altri disastri (2010)

Nanà (Margherita Buy) è oppressa da una famiglia ultra borghese e delusa da un grande amore finito male, ma l’organizzazione del matrimonio della sorella (Francesca Inaudi) diventerà un’occasione esilarante per ripensare la sua vita. Per la serie “non è mai detta l’ultima”.

 

Quel mostro di suocera (2005)

Una grandissima Jane Fonda da del filo da torcere alla caliente Jennifer Lopez che, non satura dei tre matrimoni nella vita reale, pare che non abbia fatto altro che recitare in film la cui trame vogliano che si sposi..Film tutto da ridere e da vedere. Con la suocera.

 

Ti presento i miei (2000)

Insieme al resto della triologia (Mi presenti i tuoi e Vi presento i nostri ) è  un must da vedere, per non dimenticare che si sposa l’altro ma inevitabilmente anche il suo passato (e la sua famiglia).

PeterSegalallaregiadiLittleFockersovveroVipresentiamoloro

Matrimonio per sbaglio (2006)

Per tutti coloro che credono che il destino abbia un disegno ben chiaro in testa su ognuno di noi.

 

La peggior settimana della mia vita (2011)

La versione italiana di Ti presento i miei, con un Fabio De Luigi brillante.

 

 

                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                           Il matrimonio del mio migliore amico (1997)

Un classicone romantico che solo la nostra Julia poteva interpretare senza rompere le balle. Da ri-vedere.

 

Se scappi ti sposo (1999)

Arieccoli tutti e tre, finiti i soldi e  con in tasca il successone di Pretty Woman, tornano insieme regia e protagonisti, per un film leggero basato sul famoso detto popolare “in amore vince chi fugge”. Da ri-vedere (solo se non si hanno strane intenzioni per la testa).

 

Il mio grosso grasso matrimonio greco (2002)

Integrazione, luoghi comuni, e un felice epilogo nell’accettazione reciproca tra due culture così distanti, delle rispettive famiglie, e nel naturale coronamento della storia d’amore.un piano perfetto

 

Bride Wars – La mia migliore nemica (2009)

Due amiche, un grande sogno e un fatale errore di agenda le vuole spose lo stesso giorno. Fermamente decise a non cedersi il passo, la data e i riflettori, Liv ed Emma ( Kate Hudson e  Anne Hathaway)  daranno vita a una guerra senza esclusione di colpi e di tulle. Tra un abito di Vera Wang e una torta a due piani, le amiche adorate diventeranno nemiche giurate.

 

Un piano perfetto (2013)

Una maledizione perseguita le donne di casa Lefebvre: il loro primo matrimonio è destinato a finire male. Ecco allora che Isabelle mette in atto un piano audace: attaccarsi alle costole di un uomo privo di attrattive, farsi sposare e divorziare subito dopo per convolare a seconde nozze con l’amore della sua vita. Peccato però che la sua preda sia un folle redattore di guide turistiche, che la trascinerà prima in Africa e poi in Russia. Geniale.

 


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

seguici

Contattaci

Back to Top